Google-Chrome

Google Chrome: Finalmente meno RAM richiesta

Tutti gli utenti esperti che navigano su internet, da anni stanno lontano da Google Chrome per l‘eccessiva richiesta di RAM per la gestione del browser più famoso del mondo. Da anni il sistema è famoso per le risorse di sistema sprecate per consentire all’utente di navigare velocemente e senza alcun tipo di problema.

Lo staff di Google ha deciso di correre ai ripari e con il rilascio della versione 45 di Chrome, il browser viene messo a dieta e di conseguenza, viene ridotto anche il fabbisogno di memoria che viene richiesto al sistema. Una novità che lascia senza parole e che non delude le prospettive di nessuno, per la prima volta potrete assistere a un Chrome che gestisce in modo intelligente le tab aperte e da priorità a quelle visualizzate di recente.

I tab che vengono considerati meno importanti vengono lasciati in secondo piano ( con maggior spazio a livello di Ram). Cosa significa tutto questo? Che al momento della chiusura di Google Chrome, le schede considerate principali e vengono caricate prime per consentire all’utente di accedere alle migliori caratteristiche a basso costo.

Per ridurre anche la grande richiesta di ram, ci sarà un cambiamento sostanziale. In sostanza quando una scheda risulta inattiva per parecchio tempo, il browser cominciare a rimuovere lo spazio occupato da quella scheda, riducendo di molto il carico sul sistema.

Secondo i test effettuati dallo staff di Google, questi dettagli permettono di accedere a un risparmio del 10% sulla memoria. Altre prove relative a Gmail, hanno dimostrato un risparmio che raggiunge fino al 25% della gestione della RAM rispetto alla vecchia versione di Google Chrome.

Un passo avanti da non sottovalutare per un browser web considerato da sempre pesante e ostico. Iniziate a valutare tutte le caratteristiche migliori e scoprirete che ora Chrome è decisamente più leggero.